Ciò che è bene per la sinistra è male per l’Italia. Ciò che è male per la sinistra è bene per l’Italia.

Web blacknights1.blogspot.com
penadimorte.blogspot.com svulazen.blogspot.com
Si devono intraprendere le guerre per la sola ragione di vivere senza disturbi in pace (Cicerone)

No alla deriva

No alla deriva
Diciamo NO alla deriva

28 agosto 2017

Quando lo stato punisce gli onesti


Il cardinale Parolin ha condannato la violenza da qualunque parte provenga, come ha fatto il Presidente Trump.
Però Trump è stato crocefisso e Parolin portato in processione come una madonnina.
La differenza sta nel fatto che mentre Parolin ha condannato la violenza di tutti, dopo il tardivo sgombero di Roma, quindi a sinistra hanno interpretato le sue parole come una condanna dell'uso della Forza Pubblica e così lo hanno applaudito, Trump, condannando tutti, vi ha giustamente compreso i veri violenti, cioè i cosiddetti antirazzisti che volevano impedire la legittima manifestazione di opinione dei Suprematisti Bianchi.
Così non possiamo stupirci se il finto sceriffo calabrese ora ministro degli interni, emana una circolare che, nella sostanza, premia i violenti che occupano le proprietà altrui, disponendo che non devono esserci sgombri se non si ha già una collocazione per gli occupanti, nonché la requisizione degli edifici pubblici vuoti (il passo per la requisizione delle seconde case private è vicino per poi arrivare a imporre la convivenza se uno ha un appartamento con una metratura ritenuta idonea per farci vivere altre persone, anche se a lui estranee).
Così lo stato di Minniti, Gentiloni, Renzi, Mattarella e della Boldrini premia l'illegalità perchè l'unica direttiva legittima è di sgomberare con ogni immediatezza ogni occupazione per restituire al legittimo proprietario il godimento del suo bene.
Non solo, un simile atteggiamento costringe i cittadini ad organizzarsi privatamente perché se non è la Forza Pubblica a proteggere e liberare una proprietà privata, non potrà essere che una Forza Privata, a pagamento, a doverlo fare.
Legittimamente.
Con tanti saluti alla convivenza civile. 





Entra ne


1 commento:

Fabio Bertoncelli ha detto...

Nello sfacelo del giorno d'oggi, io mi stupisco che non sia ancora apparso qualche italiano disperato, travolto dalla politica criminale del governo e deciso a farsi giustizia da sé. Ovvero a sparare.
Badate bene: non ho scritto che lo spero, ma solo che mi meraviglio che tra tante povere persone, prima di suicidarsi per colpa dei criminali al governo, nessuno abbia mai pensato di fargliela pagare prima di porre fine alla propria vita.
Un paio di anni fa, a Bologna, un povero imprenditore travolto dalla crisi si diede alle fiamme all'interno della propria autovettura in un parcheggio isolato. Bruciato vivo!
Pensateci!