Ciò che è bene per la sinistra è male per l’Italia. Ciò che è male per la sinistra è bene per l’Italia.

Web blacknights1.blogspot.com
penadimorte.blogspot.com svulazen.blogspot.com
Si devono intraprendere le guerre per la sola ragione di vivere senza disturbi in pace (Cicerone)

No alla deriva

No alla deriva
Diciamo NO alla deriva

14 dicembre 2017

Recuperare una visione occidentale del mondo


Se gli stati musulmani, riuniti intorno al turco Erdogan, rivendicano Gerusalemme (ancorchè solo la parte est) come capitale del cosiddetto stato di Palestina, si dimostra che ogni loro parola di pace, ogni loro atteggiamento conciliante, ogni loro richiamo ad essere "moderati" sono pronunciati con lingua biforcuta.
Trump, il primo leader occidentale con gli attributi dai tempi di Reagan, della Thatcher e di Bush figlio, li ha smascherati con il riconoscimento di Gerusalemme come capitale di Israele (e non di due stati ... e perchè non tre o quattro signora Mogherini ?).
Purtroppo la sinistra e la chiesa di Bergoglio ci stanno portando in casa milioni di quei musulmani che aspettano solo d sentirsi abbastanza forti per togliersi la maschera e cercare di impossessarsi di tutta la nostra terra.
Siamo però ancora in tempo, schierandoci con Trump, a recuperare una visione Occidentale del mondo, una visione che possa riportarci agli antichi splendori quando le sorti della Terra si giocavano in Europa.
Se lo vogliamo fare, lo possiamo ottenere, ma, prima di tutto, dobbiamo mettere in sicurezza il giardino di casa nostra.



Entra ne


13 dicembre 2017

Lo sfregio


L'intento offensivo della sinistra nel tramettere un programma di rai tre dalla Cripta dei Mussolini, è palese.
Sono gli stessi che vengono presi dalle convulsioni se un ragazzo, nello stadio di Marzabotto, esulta con il Saluto Romano dopo un goal, ma non hanno alcun riguardo per i sentimenti dei parenti di chi è sepolto nella Cripta Mussolini.
E ci sono quelli che li difendono e non si sa se siano peggio i primi o i secondi.
Si sa, però, che con il loro comportamento hanno mostrato il vero volto della loro inconsistenza etica e morale.
E a chi non mostra rispetto verso i morti, rispetto non può essere in alcun modo riservato.



Entra ne


12 dicembre 2017

Ma la Mogherini ci è o ci fa ?


E' la domanda che mi sono posto spesso vedendola ripresa tutta sorridente prima a fianco di Renzi e quindi di Juncker (dimmi con chi vai e ti dirò chi sei ...).
Avendola ascoltata nelle sue dichiarazioni, soprattutto con il Premier Netanhyau, si è risolto ogni dubbio: purtroppo ci è (quindi non si riposa mai).
Non c'è altra spiegazione quando una dice che Gerusalemme deve essere capitale di due stati (?!?!?).
Una simile corbelleria ci dice che la Mogherini frequenta Renzi e Juncker perchè simile a loro.
Ma ci dice anche come siamo messi male se l'unico motivo che ci induce a negare il giusto riconoscimento di Gerusalemme come capitale di Israele è la PAURA di ritorsioni e attentati.
Insomma, l'unico con le palle tra i leaders mondiali è Trump che ha anche dimostrato di capire, con il bando ai musulmani fortunatamente approvato dalla Corte Suprema, che l'unico modo per neutralizzare il pericolo di attentati è di non averli in casa o, almeno, di limitarne il numero.
Esattamente il contrario di quello che si propongono la Mogherini e i suoi soci dell'unione sovietica europea dalla quale non possiamo aspettarci un colpo d'ali per risollevare le sorti dell'Occidente.
Purtroppo neppure da una May che sembra non avere neppure l'infinitesima parte di quella dignità, di quel coraggio che ha reso grande il Regno Unito, dalla Regina Elisabetta I che, contro tutte le potenze dell'epoca (dalla Spagna,  alla Francia, al papato) stabilizzò quella Chiesa Anglicana voluta dal padre, Re Enrico VIII, che liberò per sempre l'Inghilterra dalla sudditanza al potere della chiesa, alla Regina Vittoria che consolidò un impero, alla premier Thathcher che, in epoca diversissima ma non per questo più facile, liberò le Falklands, territorio di Sua Maestà Britannica, dall'occupazione argentina.
E' triste vedere come sia ridotto il Regno Unito della May che ha persino accettato di pagare (come un riscatto) per uscire dall'unione sovietica europea quando dovrebbe essere questa a pagare un'indennità a chiunque se ne vada, tanto maggiore quanto più lunga è stata la sopportazione ai riti di Bruxelles.
E' triste vedere che la May guidi il Regno Unito come una banderuola invece di sostenere gli Stati Uniti, come fece la Thatcher con Reagan, sul clima, sull'onu, sull'immigrazione e su Gerusalemme.
Se la May rappresenta l'Inghilterra di oggi, ben poche speranze possiamo avere che non si risolva tutto come nel romanzo Il Campo dei Santi, non essendoci più nessuno che abbia il coraggio di agire per difendere la propria Terra.
Perchè dall'attentato di New York, fino all'atteggiamento sempre più arrogante che vediamo di tanti giovani immigrati (quelli ai quali la sinistra vorrebbe regalare la cittadinanza) sappiamo benissimo che il modo migliore per garantirci più sicurezza è rimandare gli immigrati a casa loro e non ammetterne altri.
Appoggiando nel contempo quegli stati, come Israele, che sono avamposti importanti per la nostra difesa e che ha una capitale da tremila anni: Gerusalemme.
Qualunque cosa possano dire i pavidi burocrati di Bruxelles.




Entra ne


11 dicembre 2017

Un passo alla volta


Mentre quelli che vogliono aprire le porte all'invasione degli immigrati ed alla sudditanza a Bruxelles marciavano a Como sotto bandiere rosse e al suono di canti e slogan del passato millennio con lo scopo di "democraticamente" impedire la Libertà di Opinione e di Parola a chi non la pensa come loro, persino la radio di stato lasciava trapelare da alcuni servizi che i comaschi, sugli immigrati, la pensano più come i Patrioti del Fronte Veneto Skinhead che come gli immigrazionisti delle ong.
Ma soprattutto al convegno di Forza Nuova alla quale, nel nome della democrazia antifascista, è stato impedito di manifestare in piazza la sua libera opinione, si è parlato di un cartello elettorale che potrebbe riunire le varie anime della Destra radicale.
Le informazioni sono, volutamente, sporadiche e frammentarie, ma se questo significasse una unica lista, sarebbe un buon passo avanti per dare una rappresentanza anche parlamentare a tanti Patrioti che vorrebbero attivarsi, anche solo con un voto ben mirato, per aiutare questa nostra povera Italia a rinascere nonostante i Renzi, i Bergoglio, le Boldrini e i Grasso.
Ma non basterebbe.
Se Casapound, Forza Nuova, Fronte Veneto Skinhead e gli altri movimenti della Destra radicale si coalizzeranno in un'unica lista, toccherà poi a Salvini, alla Meloni, a Berlusconi fare in modo che il loro apporto non si disperda, aprendo loro le porte di una Coalizione più ampia, quella di Centro Destra.
Sapranno gli uni e gli altri rinunciare al proprio particulare per un Ideale più alto, la nostra Patria, la Sovranità della Nazione e l'integrità della Identita del nostro Popolo ?





Entra ne


10 dicembre 2017

Precisino le "interferenze" di Putin





L'ultima fake news propinata per favorire Renzi e la sinistra, arriva da chi, per ben 8 anni, si è prestato a fare il sostituto di Obama per poi cedere il passo alla moglie di Clinton.
Joe Biden afferma che ci sarebbero state delle interferenze russe nel referendum del 4 dicembre 2016 che segnò la sconfitta del disegno egemonico di Renzi.
Interferenze che si sarebbero verificate anche alle presidenziali americane, nel referendum britannico sulla Brexit, in quello catalano.
Insomma è stato trovato il grande vecchio che muove i fili : Putin.
Però Biden e i suoi accoliti non hanno ben spiegato quali siano state le interferenze, gli argomenti e i mezzi usati per convincere gli elettori.
Semplicemente è un'affermazione campata in aria, perché tutti hanno sempre provato ad influenzare elezioni interne ed esterne.
Anche sant'Obama che fece il suo pistolotto a favore del "remain" nel referendum del Regno Unito, per la moglie di Clinton a casa sua e di Renzi in Italia invitandolo alla cena di addio alla Casa Bianca.
Solo che di Obama gli elettori non si sono fidati nè nel Regno Unito, né in Italia e tanto meno negli Stati Uniti dove lo conoscono meglio di tutti.
Ed è la solita arroganza, spocchiosa e snob del sinistrume internazionale che li induce a ritenersi gli unici capaci di scegliere, imputando le proprie sconfitte alla ignoranza altrui, di popoli che devono essere guidati da loro perchè influenzabili, dai Russi !
Ma l'unico complotto certo che ha visto l'Italia vittima fu quello del 2011, ordito da Germania e Francia con la complicità della sinistra interna, per eliminare Berlusconi.
Eliminazione effettuata a tavolino, senza voto popolare, attraverso congiure di palazzo che si sono poi riprodotte  sottraendogli metà parlamentari con i voltagabbana di Alfano che hanno supportato governi senza maggioranza: Letta, Renzi e Gentiloni.
Abbiamo così da una parte una ipotetica influenza sul voto, dall'altro una congiura di palazzo alle spalle degli elettori.
Chi è da condannare moralmente e politicamente ?   



Entra ne


09 dicembre 2017

Ma io Repubblica la boicotto da sempre


Non ho alcuna difficoltà ad aderire al legittimo invito di Forza Nuova a boicottare Repubblica, proprietà De Benedetti, fondatore il socialista Eugenio Scalfari.
In realtà Repubblica la boicotto dalla sua fondazione nel 1976, non avendone mai comprata una copia e leggendo solo gli articoli che mi vengono inoltrati per ragioni di lavoro.
Eppure la richiesta di boicottare Repubblica ha fatto gridare alla minaccia contro la libertà di stampa e aprire l'ennesima indagine a senso unico contro militanti di Destra.
Non mi ricordo di analoghe iniziative persecutorie quando, ad esempio, nel 1994, dopo che Berlusconi sbaragliò la "gioiosa macchina da guerra" dei comunisti, un gruppo di delusi dal voto degli Italiani fondò il "BoBi" finalizzato a boicottare il biscione, simbolo di Fininvest e delle sue reti televisive.
Come pure non ci furono indagini quando, di volta in volta furono promossi boicottaggi contro Israele o contro singole catene, esercizi e imprese, ultima che io ricordi la Barilla il cui titolare si espresse a favore della Famiglia, con reazione stizzita della lobby omosessuale.
Ma il sinistrume senza progetti, senza proposte e soprattutto senza Valori non arriva ad altro che a rispolverare lo stantio antifascismo sulla base di un'argomentazione veramente  di "grande" spessore morale e culturale: è vietato dalla legge (caspita !!!).
Le Opinioni e le Idee, però, appartengono alla sfera della Libertà dell'Uomo e nessuna legge può proibirle.
Oggi, a Como, il sinistrume manifesterà liberamente per cercare di impedire ad altri di fare altrettanto.
È la cifra della differenza tra noi e loro, di un solco incolmabile che si allarga ogni giorno che passa.
Sono simili atteggiamenti che fanno prendere in considerazione il voto per Casapound o Forza Nuova, se solo si presentassero assieme con tutti gli altri movimenti come il Fronte Veneto Skinhead.



Entra ne


08 dicembre 2017

La Gerusalemme liberata


Con un colpo d'ala il Presidente Trump spazza via vent'anni di ipocrisia levantina e riconosce Gerusalemme come capitale di Israele, dando ordine di spostarvi l'ambasciata degli Stati Uniti.
Naturalmente sono insorte le verginelle del politicamente corretto, quelle che preferiscono lisciare i palestinesi invece di ricordare i crimini di cui si sono macchiati negli anni con dirottamenti di aerei e navi, atti di puro terrorismo, omicidi e stragi come quelle di Fiumicino e di Monaco.
Finalmente un presidente degli Stati Uniti, anzi, un politico, uno statista che procede diritto, nonostante gli ostacoli, rispettando e dando attuazione alle sue promesse.
Nello specifico, poi, Gerusalemme è storicamente la capitale ebraica, è interamente controllata da Israele ed è la città che di quello stato non può essere altro che la capitale, sin dall'antichità.
Negare il diritto di Israele ad avere Gerusalemme, sarebbe come negare all'Italia il diritto ad avere Roma come sua capitale, esattamente come provarono a fare i francesi nel XIX secolo in appoggio al papa.
E a proposito di Bergoglio, proprio da lui arriva il timbro che certifica quanto sia positiva la decisione di Trump.
Infatti Bergoglio, unendosi ai poteri mondiali come l'onu e l'unione sovietica europea, era contrario, preferendo mantenere lo status quo ipocrita di avere in Gerusalemme parlamento e tutte le istituzioni israeliane, ma non riconoscendola come capitale.
Ed è ormai noto che il nostro interesse risiede esattamente nel fare l'opposto di quello che dice Bergoglio.
Averne anche in Italia di Trump !




Entra ne


07 dicembre 2017

Non aprite quella porta !


La Verità, il quotidiano ignorato da radio e telegiornali di regime diretto da Maurizio Belpietro, ieri mattina riportava in p prima pagina una ipotesi agghiacciante.
Salvini vorrebbe veramente aprire la porta della diaspora degli elettori di Centro Destra rompendo con Berlusconi ?
Non credo.
E, infatti, mi sembra la classica bufala se sommata agli articoli de Il Giornale che continua a tirare la volata a Berlusconi e che cerca di mettere in cattiva luce Salvini e la Lega.
E' evidente che la convivenza è difficile, come in tutte le convivenze, soprattutto quando su alcuni temi (veggasi l'eutanasia da oggi in discussione o l'unione sovietica europea o i rapporti con la Merkel) le differenze si chiamano divergenze.
Ma gli elettori del Centro Destra non chiedono la Luna e non chiedono neppure tutto e subito.
Ci basta qualcosa, ma costantemente.
Ci basta fermare la deriva di questi ultimi sette anni che ci ha imposto il matrimonio omosessuale, l'invasione degli immigrati, adesso l'eutanasia, le tasse sui risparmi al 26%, quelle sui fondi pensione al 20%, le pensioni a 71 anni per chi ha iniziato a lavorare nel 2016.
Per fermare la deriva e impostare una lenta risalita è necessario che il Centro Destra si presenti unito, tutto.
Da Casapound e Forza Nuova fino a Forza Italia, passando per la Lega e Fratelli d'Italia.
Non si facciano giochini, già ci sarà chi, come al solito, verrà eletto con i nostri voti e poi si girerà da un'altra parte perchè non avrà ottenuto quello che voleva o gli prometteranno di tutto e di più.
La nostra fortuna è che a sinistra non sono messi meglio, anzi, mentre i grillini stanno dimostrando di non avere alcun progetto amche perchè, se mai lo avessero, oltre a distruggere non saprebbero fare altro.
Salvini, la Meloni e Berlusconi giochino anche senza esclusione di colpi la loro partita per il primato nel Centro Destra, ma non si discuta sul presentarsi assieme nei collegi.




Entra ne


06 dicembre 2017

Fatti, non parole !


Dolenti scribacchini e mezzibusti ci raccontano giornalmente i "misfatti" di Donald Trump, Presidente degli Stati Uniti, tifando in modo sfegatato e senza alcun ritegno perchè le consorterie del potere riescano a destituirlo.
Si sprecano le ola quando un Congresso, nel quale si sono infiltrati tanti "alfaniani" tra i repubblicani che votano contro il Presidente, boccia il tentativo di abrogare la costosissima "riforma" sanitaria di Obama che ha fatto degli Stati Uniti l'ennesima nazione con l'invadenza del pubblico anche nella sanità.
Poi piangono e si disperano per le decisioni che Trump assume, nel pieno rispetto di quanto affermato in campagna elettorale.
Bloccato il trattato dello scambio con l'Asia.
Usciti dall'accordo sul clima.
Usciti dall'unesco.
Usciti dall'accordo per gli immigrati.
Il riconoscimento di Gerusalemme come capitale di Israele.
Una riforma delle tasse che comporta la più massiccia riduzione dell'invadenza fiscale dello stato federale che ci sia mai stata, restituendo denaro a chi lo produce e Libertà a tutti.
Infine la Corte Suprema che conferma la legittimità del bando contro l'ingresso di immigrati musulmani.
Insomma l'unica ciambella che non gli è riuscita con il buco è abolire la sanità pubblica di Obama, ma ci sono ancora tre anni di tempo.
Abituati e speranzosi (ricordate quello che le varie Botteri affermavano dopo il voto del novembre 2016 ? Trump non manterrà le promesse ...) i sinistrati di ogni ordine e grado sono letteralmente spiazzati da chi, invece, le promesse le mantiene.
Un esempio per il Centro Destra Italiano che potrebbe tornare al governo dopo il voto di marzo.
Se si dice: fuori gli immigrati clandestini, il giorno dopo scattino le retate per l'espulsione di massa degli illegali.
Se si dice : flat tax al 15%, il giorno dopo si taglino le spese pubbliche e si restituisca il denaro a chi lo produce.
Se si dice : sicurezza, il giorno dopo si introduca anche in Italia il Secondo Emendamento.
Trump ce lo sta dimostrando: le promesse elettorali si possono (e si devono) mantenere.
E quanto è piacevole vedere i sinistrati tarantolati e costretti a commentare provvedimenti che per loro sono tutti pugni negli occhi !




Entra ne


05 dicembre 2017

Fermiamo l'onda nera !


Veltroni l'Africano (mancato) ha lanciato il suo anatema contro gli skinheads, chi beve il "vino del Duce" e chi espone bandiere da guerra prussiane.
Mise l'elmo (in assenza il classico scolapasta) sulla testa e partì, la lancia in resta, a cavallo d'un caval.
Applausi dai suoi sostenitori che, in cuor loro, pensavano che l'onda nera fosse l'invasione degli immigrati, come ben ha sottolineato Krancic nella vignetta de Il Giornale di lunedì 4 dicembre 2017 e che qui si scansiona.





Entra ne